“Qualcosa di nuovo”

Oggi, dopo un pranzo sul lungomare, abbiamo deciso di andare al cinema come i bambini, alle 16 e 30 al Filangieri a vedere un film di cui non avevo sentito acora parlare: “Qualcosa di nuovo” di Cristina Comencini.

Devo dire, che ero abbastanza preoccupato dall’effetto “post-prandium“, ma quasi immediatamente mi sono reso conto di quanto i miei cupi presentimenti fossero del tutto infondati.

Il film, girato con ottimo gusto ed attenzione, gira attorno ad un tema sicuramente non facile, quello del toy-boy (interpretato dall’ottimo Eduardo Valdarnini) che fa girare la testa e rivolta le vite di due amiche per la pelle,  totalmente agli antipodi: la rigida “regina di ghiaccio” Paola Cortellesi e la frizzante e “troppo facile” Micaela Ramazzotti, entrambe alle prese con i problemi di un’età di mezzo, indefinibile tra la fine dei 30 e quella dei 40.

Il film ci introduce con estremo garbo e naturalezza in temi non tanto facili, che sono quelli della solitudine, della condivisione di sentimenti per uno stesso uomo, della differenza di età (questa volta a favore delle donne!) e tra divertenti gag e situazioni un pò paradossali ci conduce ad un finale senz’altro possibile, ma non così scontato.

Non è però il finale, o la storia, che ci rimane sulla pelle, ma il modo in cui ci viene raccontato dalla Comencini, che con una chiave di lettura fatta di un umorismo fine ed elegante, ci coinvolge sui tanti temi, grazie a due portenti quali la Cortellesi e la Ramazzotti, bravissime entrambe nei rispettivi, contrapposti, ruoli.

Sorprendente anche  il giovanissimo Valdarnini, bello e bravo, che comincia un pò timidamente, ma che grazie alla freschezza e l’incoscienza della gioventù, instaura un rapporto con le belle protagoniste, riesce a stravolgere la loro vita ed a crescere, acquistando la sicurezza di un novello uomo.

Sicuramente, da vedere.

“Qualcosa di nuovo”
7.6 Totale
0 Utenti (0 voti)
Pro
Assoulutamente divertente e garbato, con protagonisti all'altezza delle aspettative. Perfetta come sempre la Cortellesi, accompagnata da una Ramazzotti che ci mostra, questa volta, le sue capacità di commediante.
Contro
Niente da rilevare.
Conclusioni
Film estremamente godibile, scorre via leggero pur su temi non facilissimi, in un susseguirsi di battute e situazioni divertenti. Ottima la regia.
Soggetto
Sceneggiatura
Recitazione
Fotografia
Scenografia
Musica
Regia
Cosa la gente dice... Vota
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Vota

Se ti piace, condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest